Enter your keyword

Le tradizioni della cultura cinese tra feste, simboli e arte

Le tradizioni della cultura cinese tra feste, simboli e arte

Dai simboli TAO al Capodanno cinese

La cultura cinese è antichissima e risale a migliaia di anni fa. Vediamo insieme quali sono i principali simboli e le tradizioni che rendono la Cina uno dei paesi più affascinanti del mondo.

Partiamo dal famosissimo Capodanno cinese, noto in Occidente come Festa di Primavera, ovvero una delle più importanti e sentite tradizioni in Cina. Durante questa festività si celebra l’inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese e ci sono davvero tante iniziative a cui partecipare.

Tra le più popolari vi sono i fuochi d’artificio, usati fin dai tempi antichi per festeggiare il capodanno e che nella credenza popolare, grazie agli scoppi colorati e il rumore, rappresentano un modo per scacciare gli spiriti maligni.

In altri periodi festivi dell’anno è molto caratteristica l’accensione delle lanterne di colore rosso, le quali vengono realizzate in carta di riso per poi essere appese fuori dalle porte.

Nel quindicesimo giorno dei festeggiamenti di capodanno, queste lanterne vengono staccate e portate dalle famiglie in giro per le strade, durante quella che è chiamata Festa delle Lanterne.

Per quanto riguarda i simboli tradizionali, il TAO è senza dubbio il simbolo che riassume tutto il pensiero cinese. Composto da un cerchio, rappresenta  l’unità che contiene due forze contrapposte ma complementari, le quali fluiscono eternamente l’una verso l’altra e hanno una piccola parte dell’altra al proprio interno.

Queste due forze sono chiamate dai cinesi yin e yang, e sono presenti ovunque,  regolando tutte le cose con il loro movimento. Lo yin viene definito come energia potenziale: la quiete, l’aspetto materiale, l’accumulare forza. Lo yang è l’energia che si esprime: il movimento, l’emanazione, l’esteriorità.

 

Il simbolo della felicità

Un altro simbolo famoso nella cultura orientale è il drago, il quale simboleggia la felicità.

Le varie opere che raffigurano draghi si trovano sulle porte delle abitazioni per proteggere le persone che ci vivono e come augurio di  felicità, tra i soprammobili che fanno parte dell’arredamento. Oppure appese sotto forma di dipinti sulle pareti di locali, ristoranti e altri luoghi pubblici.

Terminiamo parlandovi infine del Feng Shui, che non è una religione o una filosofia, bensì l’arte geomantica taoista che consiste nel saper riconoscere il respiro della natura e armonizzarsi con esso.

Questa arte è frutto di una ricerca, ovvero la valutazione degli elementi per scoprirne i vantaggi e valorizzarne l’utilizzo e si applica nella organizzazione, nell’architettura, nell’arredamento.

Secondo i suoi sostenitori, esisterebbero direzioni più favorevoli per le varie attività nella casa, nella vita, e nei viaggi, come ad esempio la forma e il colore di mobili e oggetti che hanno assonanze con i 5 elementi.

In Cina dunque, ci si rivolge spesso ad un esperto di feng shui per selezionare il terreno su cui costruire la propria abitazione, per decidere come orientare la casa e la porta d’ingresso principale in base alla data di nascita del capofamiglia, e anche per scegliere la data di inizio della costruzione e la data di trasferimento della famiglia nella nuova casa.

WordPress Image Lightbox Plugin

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi